Come Scaricare Circolari Assonime

Come Scaricare Circolari Assonime come circolari assonime

Confermata la proroga della deroga per i soggetti non Ias di valutare i titoli non durevoli di iscrizione. Allegati: File, Dimensione del File. Scarica questo file (APR​. La Circolare n. 4 del di Assonime affronta il caso in cui, a fronte di investimenti effettuati per beni entrati in funzione nel , aventi. Assonime, Circ. n. 20 del 15 giugno Dichiarazioni competenza, nel quale il co- sto non è stato contabilizzato. Resta il fatto, come osserva la circolare in. 38/ (servizi sostitutivi di mensa aziendale, circolare Assonime su welfare Per leggere o scaricare la circolare, dopo aver effettuato il log in, clicca qui. come il “costo” di tale soluzione di compromesso sia stato scaricato quasi integralmente sulle imprese IAS/IFRS. 36 Cfr. Circolare Assonime (, p. 80)​.

Nome: come circolari assonime
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 60.24 MB

Natura del conferimento Il conferimento di alcuni dati personali è necessario. I dati non verranno diffusi. Il Titolare del trattamento Il Titolare del trattamento dei dati personali, relativi a persone identificate o identificabili trattati a seguito della consultazione del nostro sito, è Pacini Editore Srl, che ha sede legale in via Gherardesca 1, Pisa. Luogo e finalità di trattamento dei dati I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo prevalentemente presso la predetta sede della Società e sono curati solo da dipendenti e collaboratori di Pacini Editore Srl nominati incaricati del trattamento al fine di espletare i servizi richiesti fornitura di volumi, riviste, abbonamenti, ebook, ecc.

I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di servizi sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta. Gli incaricati del trattamento che si occupano della gestione delle richieste, potranno venire a conoscenza dei suoi dati personali esclusivamente per le finalità sopra menzionate.

Iscrizioni e Condizioni Quota di partecipazione in aula La quota di partecipazione in aula include la consegna del materiale didattico in formato elettronico, la partecipazione alla colazione di lavoro e ai coffee breaks, la possibilità di presentare direttamente ai relatori domande e quesiti di specifico interesse.

In caso di videoconferenza con accessi multipli è necessario contattare la Segreteria organizzativa per un preventivo personalizzato. La piattaforma tecnologica utilizzata da Paradigma non necessita infatti di requisiti tecnici particolari e non richiede di installare alcun software.

Durante la lezione, oltre a vedere e sentire il docente sarà possibile visionare simultaneamente le slides di supporto appositamente predisposte.

Oltre che ascoltare il relatore e seguire la presentazione, ogni utente collegato potrà inoltre porre domande e quesiti su tematiche di specifico interesse a mezzo chat, alle quali il relatore risponderà al termine della relazione.

Il nostro sito utilizza diversi tipi di cookie ognuno dei quali ha una funzione specifica, come indicato di seguito: TIPI DI COOKIE Cookie di navigazione Questi cookie permettono al sito di funzionare correttamente sono usati per raccogliere informazioni su come i visitatori usano il sito. Questa informazione viene usata per compilare report e aiutarci a migliorare il sito.

I cookie raccolgono informazioni in maniera anonima, incluso il numero di visitatori del sito, da dove i visitatori sono arrivati e le pagine che hanno visitato. Cookie Analitici Questi cookie sono utilizzati ad esempio da Google Analytics per elaborare analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito attraverso i computer o le applicazioni mobile, sul numero di pagine visitate o il numero di click effettuati su una pagina durante la navigazione di un sito.

Clicca qui per una panoramica della privacy di Google Cookie di terze parti Questi cookie sono utilizzati da società terze.

I cookie di terze parti derivano da annunci di altri siti, ad esempio messaggi pubblicitari, presenti nel sito Web visualizzato. Come posso disabilitare i cookie? La maggior parte dei browser Internet Explorer, Firefox, etc. Tuttavia, la maggior parte dei browser permette di controllare e anche disabilitare i cookie attraverso le impostazioni del browser. Per avere maggiori informazioni l titolare del trattamento è Pacini Editore Srl con sede in via della Gherardesca n 1 — Pisa.

Account Options

A differenza di quanto avvenuto per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e di quelle ricevute e registrate nel trimestre, ivi comprese le bollette doganali, e i dati delle relative variazioni, non è stata emanata, finora, una circolare esplicativa dell obbligo di comunicazione delle liquidazioni periodiche, per il quale, tuttavia, l Agenzia delle entrate ha fornito indicazioni mediante lo strumento delle Faq, pubblicate sul sito internet della stessa Agenzia.

La circolare Assonime n. Premessa L art.

Presentazione del modello di comunicazione La trasmissione dei dati delle liquidazioni periodiche deve essere effettuata esclusivamente in via telematica, direttamente dal contribuente, accedendo alla propria posizione FiscoOnline, ovvero tramite gli intermediari abilitati, di cui all art.

Di fatto le scadenze sono fissate al: i 31 maggio per l invio deidatirelativial1 trimestredell anno;ii 16 settembre per l invio dei dati relativi al 2 trimestre; iii 30 novembre per l invio dei dati relativi al 3 trimestre; iv 28 o 29 febbraio dell anno successivo per l invio dei dati relativi al 4 trimestre.

Sulle ipotetiche ombre della circolare Assonime sull’abuso del diritto

Per il primo anno di applicazione , per venire incontro ai problemi applicativi rappresentati dagli operatori, la prima scadenza è stata spostata dal 31 maggio al 12 giugno cfr. La periodicità trimestrale della comunicazione vale sia per gli operatori che liquidano l mensilmente 4 che per gli operatori che effettuano tale liquidazione con cadenza trimestrale 5 ; le istruzioni al modello di comunicazione precisano che i contribuenti che eseguono liquidazioni trimestrali devono presentare la comunicazione per il quarto trimestre solare, senza tenere conto delle eventuali operazioni di rettificaediconguagliodaeffettuareinsededidichiarazione annuale ad esempio calcolo definitivo del pro-rata 6.

Per contro, sono esonerati dalla presentazione della comunicazione i soggetti passivi: i non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale 7 ; ovvero ii non obbligati all effettuazione delle liquidazioni periodiche 8 , sempreché, nel corso dell anno, non vengano meno le predette condizioni.

I dati eleinformazioni da trasmettere sono stati individuati con il Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle entrate, emanato in data 27 marzo , prot.

Con particolare riferimento a quest ultimo adempimento, è stato approvato il modello con raneamente prestazioni di servizi ed altre attività e non provvedono alla distinta annotazione dei corrispettivi resta applicabile il limite di lire un miliardo relativamente a tutte le attività esercitate.

Per i soggetti che esercitano l opzione di cui al comma 1 le somme devono essere maggiorate degli interessi nella misura dell 1 per cento. Portale, imposta sul valore aggiunto, Milano, ed.

Abbonamento 2020

A questi vanno aggiunti, come rileva Assonime, i curatori e i commissari liquidatori che non devono eseguire le liquidazioni periodiche, qualora nel mese o nel trimestre di riferimento non sono state registrate operazioni imponibili art. Il Provvedimento definisce, inoltre, le modalità con cui l Agenzia delle entrate mette a disposizione del contribuente 9 , ovvero del suo intermediario, le risultanze dell esame di coerenza tra i dati delle fatture emesse e ricevute con i dati delle liquidazioni periodiche Sulla modalità di trasmissione dei dati, la circolare Assonime in esame individua una forte criticità collegata alla circostanza che è previsto un unico sistema di trasmissione delle comunicazioni valido sia per i dati delle liquidazioni periodiche che per i dati delle fatture, costituito dallo stesso canale di trasmissione che era stato già stabilito per l invio delle comunicazioni dei dati delle fatture disciplinate dal Decreto legislativo n.

Dati da riportare nella comunicazione Invero, le istruzioni alla compilazione dei modelli non fugano i numerosi dubbi esistenti, per cui l Agenzia delle entrate ha ritenuto utile far ricorso al sistema delle Faq 11 per rispondere ai problemi più sentiti dai contribuenti, ma tali risposte sono state pubblicate solo a ridosso della scadenza naturale dell obbligo di presentazione della comunicazione 31 maggio , termine, come detto, poi spostato al 12 giugno, e riguardano, tra l altro, le modalità di indicazione del credito riportato dall anno precedente, le modalità di riporto del credito del periodo mese o trimestre precedente, le regole per rappresentare le operazioni soggette a regimi e regole particolari es.

Preliminarmente, occorre segnalare che, come emerge anche dalla circolare n.

Lavorofisco.it

Faq n. La circolare Assonime in commento effettua, poi, una accurata analisi del modello di comunicazione e delle modalità di compilazione.

Di seguito si riportano talune indicazione di maggiore rilevanza Credito risultante dal precedente periodo Un primo problema da affrontare molto comune per gli operatori riguarda le modalità di compilazione del rigo VP8 in caso di credito risultante dal periodo mese o trimestre precedente.