Conservazione Registri Carico Scarico Rifiuti

Conservazione Registri Carico Scarico Rifiuti conservazione registri carico scarico rifiuti

Registro di carico e scarico dei rifiuti: il documento che contiene informazioni sulle caratteristiche quantitative e qualitative dei rifiuti prodotti e/o. Chi deve tenere il Registro di Carico e Scarico Rifiuti (art. devono invece conservare i registri a tempo indeterminato e, al termine dell'attività. Il luogo di conservazione secondo la normativa. La normativa stabilisce che i Registri di Carico e Scarico Rifiuti devono essere tenuti e conservati presso ogni​. Essendo i formulari parte integrante del registro di carico scarico e' chiaro che Credetemi che la conservazione di tutta questa documentazione 4) Gestore di depuratore (che sullo stesso registro riceve e produce rifiuti). velikonocni.info › rifiuti › pdf › registri_e_formulari_

Nome: conservazione registri carico scarico rifiuti
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 43.76 MB

L'Autorita' per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, al fine di garantire l'accesso universale all'acqua, assicura agli utenti domestici del servizio idrico integrato in condizioni economico-sociali disagiate l'accesso, a condizioni agevolate, alla fornitura della quantita' di acqua necessaria per il soddisfacimento dei bisogni fondamentali, sentiti gli enti di ambito nelle loro forme rappresentative, sulla base dei principi e dei criteri individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Al fine di assicurare la copertura degli oneri derivanti dal comma 1, l'Autorita' per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico definisce le necessarie modifiche all'articolazione tariffaria per fasce di consumo o per uso, determinando i criteri e le modalita' per il riconoscimento delle agevolazioni di cui al medesimo comma 1.

All'articolo del decreto legislativo 3 aprile , n. Note all'art. Registri di carico e scarico. Sono obbligati alla compilazione e tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti: a gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali non pericolosi di cui alle lettere c e d del comma 3 dell'art.

Prima di poter iniziare ad annotare le operazioni di carico e scarico o di intermediazione di rifiuti è obbligatorio vidimare i registri presso le Camere di Commercio territorialmente competenti.

Inoltre è obbligatorio compilare il frontespizio del registro prima della vidimazione.

Come si individua la Camera di Commercio territorialmente competente? I registri di carico e scarico possono essere tenuti con modalità informatiche a condizione di rispettare la frequenza delle annotazioni stabilite dalla normativa. I registri di carico e scarico sono composti da righe in genere 2 o 3 per foglio e da colonne.

Ogni riga deve essere utilizzata per singola operazione di carico o di scarico e per singolo codice CER. Affinché il registro di carico e scarico sia completo è necessario che questo venga integrato con i formulari di identificazione rifiuti.

Frontespizio Come abbiamo già detto in precedenza, prima di poter vidimare il registro, è necessario compilare il frontespizio.

E se riciclassimo per prima la carta? Sono tre le principali tipologie di documenti che regolano la gestione amministrativa dei rifiuti, normati dal D.

Insieme al formulario consente di controllare la tracciabilità dei rifiuti, in tutto il loro ciclo vitale, dalla produzione allo smaltimento.

I registri sono tenuti presso ogni impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti, oltre che presso la sede delle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto, nonché presso la sede dei commercianti e degli intermediari.

I formulari di identificazione dei rifiuti FIR : è il documento di accompagnamento per il trasporto dei rifiuti, e contiene tutte le informazioni sulla tipologia di rifiuti, sul produttore, trasportatore e destinatario. Viene redatto in quattro copie, compilato, datato e firmato dal produttore o dal detentore dei rifiuti, e controfirmato dal trasportatore.

Ing. Vito la Forgia – Servizi di Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti nelle imprese

Una copia rimane presso il produttore o detentore , le altre tre, controfirmate e datate in arrivo dal destinatario, sono acquisite una dal destinatario, due dal trasportatore, che provvede a trasmetterne una al detentore. Le copie vanno conservate per cinque anni. Contiene la descrizione dei rifiuti raggruppati per tipologia, per produttore e provenienza.

Quando rendiamo i documenti informatici?