Mp3 La Cura Battiato Franco Scarica

Mp3 La Cura Battiato Franco Scarica mp3 la cura battiato franco

Franco Battiato La Cura download, Franco Battiato La Cura موسيقى, Franco Battiato La Cura تحميل. Re: Franco battiato la cura scaricare. Fall to light mp3. Meno andrew gubin ragazzo vagabondo gratis.. Beautiful girl mp3 sean kingston. Musica azim. La Cura Battiato Download Free Mp3 Song. Franco Battiato - La Cura mp3. Quality: Good Download. La cura - Franco Battiato (versione inedita) con orchestra. Franco Battiato download free mp3. 4, Franco Battiato - Centro Di Gravità Permanente, , 5, Franco 13, Franco Battiato - La Cura, , Scaricare gratis La Cura Battiato mp3 gratuito Franco Battiato La Cura. Durata: 4: 02 Dimensione: 7. 39 MB. Giocare Scaricare. La cura Franco Battiato (versione.

Nome: mp3 la cura battiato franco
Formato:Fichier D’archive (mp3)
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 2.88 Megabytes

Chitarra Romana - A. Reginella Campagnola - A. Euallia Torricelli - A. La Romanina - A. Acqua E Sapone - Stadio Reg. Amico Di Ieri - Orme Reg.

All acoustic ambient blues classical country electronic emo folk hardcore hip hop indie jazz latin metal pop pop punk punk reggae rnb rock soul world 60s 70s 80s 90s MyTracks MyArtists History My profile About Terms Of Use Contacts. Tags: electronic singer-songwriter experimental progressive rock italian. Statistics: 3,, plays , listners top track count. Music tracks:. Come Potete Giudicar - Nomadi Reg.

Concerto - Alunni Del Sole Reg. Contro - Nomadi Reg. Crescerai - Nomadi Reg. Decenni - Amedeo Minghi Reg. Dove Si Va - Nomadi Reg. Festa - Alex Britti Reg.

Potreste darmi il link download della canzone: serena è la.

Gelosia - Adriano Celentano Reg. Geordie - Fabrizio De Andre' Reg. Il Saggio - Nomadi Reg. Il Pilota d'Hiroshima - Nomadi Reg. Impressioni Di Settembre - P.

Drake - Nice For What traduzione in ItalianoMusixmatch

Insieme - Mina Reg. Io Vagabondo - Nomadi Reg.

L'Aiuola - Fiorella Mannoia Reg. La Canta - Casadei Reg. La Settima Onda - Nomadi Reg. La Cura - Franco Battiato Reg. La Miniera - New Trolls Reg. Lauretta Reg. L'Italiano - Toto Cutugno Reg. Ci cambiano capelli, denti e seni, a noi che siamo solo di passaggio.

E ti vengo a cercare anche solo per vederti o parlare perché ho bisogno della tua presenza per capire meglio la mia essenza. Questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine un rapimento mistico e sensuale mi imprigiona a te. Dovrei cambiare l'oggetto dei miei desideri, non accontentarmi di piccole gioie quotidiane, fare come un eremita che rinuncia a sé. Questo secolo oramai alla fine saturo di parassiti senza dignità mi spinge solo ad essere migliore con più volontà.

Emanciparmi dall'incubo delle passioni, cercare l'Uno al di sopra del Bene e del Male, essere un'immagine divina di questa realtà. E ti vengo a cercare perché sto bene con te perché ho bisogno della tua presenza. Volano gli uccelli volano nello spazio tra le nuvole con le regole assegnate a questa parte di universo al nostro sistema solare. Aprono le ali scendono in picchiata atterrano meglio di aeroplani cambiano le prospettive al mondo voli imprevedibili ed ascese velocissime traiettorie impercettibili codici di geometria esistenziale.

Migrano gli uccelli emigrano con il cambio di stagione giochi di aperture alari che nascondono segreti di questo sistema solare. Ti invito al viaggio in quel paese che ti somiglia tanto. I soli languidi dei suoi cieli annebbiati hanno per il mio spirito l'incanto dei tuoi occhi quando brillano offuscati.

Laggiù tutto é ordine e bellezza, calma e voluttà.

Il mondo s'addormenta in una calda luce di giacinto e d'oro. Dormono pigramente i vascelli vagabondi arrivati da ogni confine per soddisfare i tuoi desideri. Le matin j'écoutais les sons du jardin la langage des parfums des fleurs. Nei villaggi di frontiera guardano passare i treni le strade deserte di Tozeur da una casa lontana tua madre mi vede si ricorda di me delle mie abitudini. E per un istante ritorna la voglia di vivere a un'altra velocità passano ancora lenti i treni per Tozeur.

Nelle chiese abbandonate si preparano rifugi e nuove astronavi per viaggi interstellari in una vecchia miniera distese di sale e un ricordo di me come un incantesimo E per un istante ritorna la voglia di vivere a un'altra velocità passano ancora lenti i treni per Tozeur.

Nei villaggi di frontiera guardano passare i treni per Tozeur. Un Oceano di Silenzio scorre lento senza centro né principio cosa avrei visto del mondo senza questa luce che illumina i miei pensieri neri. Quanta pace trova l'anima dentro scorre lento il tempo di altre leggi di un'altra dimensione e scendo dentro un Oceano di Silenzio sempre in calma.

Pieni gli Alberghi a Tunisi per le vacanze estive a volte un temporale non ci faceva uscire un uomo di una certa età, mi offriva spesso sigarette turche, ma spero che ritorni presto l'Era del Cinghiale Bianco spero che ritorni presto l'Era del Cinghiale Bianco. Profumi indescrivibili nell'aria della sera studenti di Damasco vestiti tutti uguali l'ombra della mia identità mentre sedevo al cinema oppure in un bar ma spero che ritorni presto l'Era del Cinghiale Bianco.

Difendimi dalle forze contrarie, la notte, nel sonno, quando non sono cosciente, quando il mio percorso, si fa incerto. E non abbandonarmi mai Non mi abbandonare mai! Riportami nelle zone più alte in uno dei tuoi regni di quiete E' tempo di lasciare questo ciclo di vite.

E non mi abbandonare mai Perché le gioie del più profondo affetto o dei più lievi aneliti del cuore sono solo l'ombra della Luce, Ricordami come sono infelice lontano dalle tue leggi; come non sprecare il tempo che mi rimane.

Perché la pace che ho sentito in certi monasteri, o la vibrante intesa di tutti i sensi in festa, sono solo l'ombra della Luce.

Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo, dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai. Vagavo per i campi del Tennessee come vi ero arrivato, chissà. Non hai fiori bianchi per me? Più veloci di aquile i miei sogni attraversano il mare. Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.

I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi, la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi. La stagione dell'amore viene e va, i desideri non invecchiano quasi mai con l'età. Se penso a come ho speso male il mio tempo che non tornerà, non ritornerà più.

La stagione dell'amore viene e va, all'improvviso senza accorgerti la vivrai, ti sorprenderà. Ne abbiamo avute di occasioni perdendole; non rimpiangerle, non rimpiangerle mai. Ancora un altro entusiasmo ti farà pulsare il cuore. Nuove possibilità per conoscersi e gli orizzonti perduti non si scordano mai. La stagione dell'amore tornerà con le paure e le scommesse, questa volta quanto durerà? Ne abbiamo attraversate di tempeste e quante prove antiche e dure ed un aiuto chiaro da un'invisibile carezza di un custode.

Degna é la vita di colui che é sveglio ma ancor di più di chi diventa saggio e alla Sua gioia poi si ricongiunge sia Lode, Lode all'Inviolato. E quanti personaggi inutili ho indossato io e la mia persona quanti ne ha subiti arido é l'inferno sterile la sua via.

Quanti miracoli, disegni e ispirazioni Passammo l'estate su una spiaggia solitaria e ci arrivava l'eco di un cinema all'aperto e sulla sabbia un caldo tropicale dal mare.

E nel pomeriggio quando il sole ci nutriva di tanto in tanto un grido copriva le distanze e l'aria delle cose diventava irreale. Mare mare mare voglio annegare portami lontano a naufragare via via via da queste sponde portami lontano sulle onde. A wonderful summer on a solitary beach against the sea le grand hotel "Cigar Magique" mentre lontano un minatore bruno tornava. Voglio vederti danzare come le zingare del deserto con candelabri in testa o come le balinesi nei giorni di festa.

Voglio vederti danzare come i Dervisches Tourners che girano sulle spine dorsali o al suono di cavigliere del Katakali. E gira tutt'intorno la stanza mentre si danza, danza e gira tutt'intorno la stanza mentre si danza. E Radio Tirana trasmette musiche balcaniche, mentre danzatori bulgari a piedi nudi sui braceri ardenti.

Search Results for: Franco Battiato La Cura MP3 & MP4

Nell'Irlanda del nord nelle balere estive coppie di anziani che ballano al ritmo di sette ottavi. E gira tutt'intorno la stanza mentre si danza, danza. E gira tutt'intorno la stanza mentre si danza. Nei ritmi ossessivi la chiave dei riti tribali regni di sciamani e suonatori zingari ribelli. Nella Bassa Padana nelle balere estive coppie di anziani che ballano vecchi Valzer Viennesi.

Per te che di mattina torni a casa tua perché per strada più nessuno ha freddo e cerca più di te per te che metti i soldi accanto a lui che dorme e aggiungi ancora un po' d'amore a chi non sa che farne. Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi lo vesti lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai per te che un errore ti è costato tanto che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.

Franco Battiato

Le teste maculate di feroci tigri per fartene tappeto le loro pelli? Sulle colline, fra il quarto e il quinto mese, io, per cacciare, da solo me ne andai. Se la mia carne cibo ti sarà, la mia pelle ti riscalderà e sarà il mio fegato che coraggio ti darà.

La casa sua il signore di Baux l'ha costruita sui sassi Passi di mille cavalieri segnano i suoi sentieri, veglian dall'alto nella notte gelidi i suoi pensieri Gemon nel sonno i suoi cani sognando della caccia, siede a banchetto la sua dama lo sguardo assorto Vai cercando qua, vai cercando là, ma quando la morte ti coglierà che ti resterà delle tue voglie?

Vanità di vanità. Sei felice, sei, dei pensieri tuoi, godendo solo d'argento e d'oro, alla fine che ti resterà? Vai cercando qua, vai cercando là, seguendo sempre felicità, sano, allegro e senza affanni Se ora guardi allo specchio il tuo volto sereno non immagini certo quel che un giorno sarà della tua vanità.

Tutto vanità, solo vanità, vivete con gioia e semplicità, state buoni se potete Tutto vanità, solo vanità, lodate il Signore con umiltà, a lui date tutto l'amore, nulla più vi mancherà.

Ed apparvero le acque sulla terra fertile ed un falco che volava nelle notti di luna e dal grembo di una donna pure io con il codice del tuo sentimento con la forza nella voce per parlare di Tuo Figlio. Con un magico volo ti abbassi ai confini del mondo e riveli la tua immagine. Il mio corpo appartiene alla terra ed il sole che contiene è un tuo riflesso. Pia, sovrana, attraverso le nubi giunge una voce. Tutta la terra e la vita custodisco in silenzio, dolcemente, per sempre.

Nomadi che cercano gli angoli della tranquillità nelle nebbie del nord e nei tumulti delle civiltà tra i chiari scuri e la monotonia dei giorni che passano, camminatore che vai cercando la pace al crepuscolo la troverai alla fine della strada. Lungo il transito dell'apparente dualità la pioggia di settembre risveglia i vuoti della mia stanza ed i lamenti della solitudine si prolungano come uno straniero non sento legami di sentimento. I viandanti vanno in cerca di ospitalità nei villaggi assolati e nei bassifondi dell'immensità e si addormentano sopra i guanciali della terra, forestiero che cerchi la dimensione insondabile.

La troverai, fuori città alla fine della strada. Nuvole bianche veloci nel vento attraversano i mari della relatività, le associazioni abituali della mente, le esigenze ereditate dall'antichità, i clamori quotidiani delle metropoli che annullano ogni senso.

Nuvole bianche attraversano costellazioni di cemento. Viaggiano in alto al di sopra del maestrale oltre gli orizzonti della vanità. Hanno capito che le arti marziali non liberano l'etere del cuore dalla falsità dei piaceri clandestini di un occidente nell'impero dell'oblio. Nuvole bianche vivono agli antipodi del dio della città dell'io.

Nuvole si evolvono e poi si disperdono nuvole, vivono nel mondo ma non sono del mondo. Nuvole bianche senza radici sul versante del silenzio Nuvole si evolvono e poi si disperdono nuvole, vivono nel mondo ma non sono del mondo.