Scaricare Eurocodice 8

Scaricare Eurocodice 8  eurocodice 8

MARZO Eurocodice 8. Progettazione delle strutture per la resistenza sismica. Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici. Eurocode 8. Scarica in formato PDF, TXT o leggi online su Scribd Eurocodice 8, Progettazione di strutture in zona sismica. A eurocodice 8 italiano download pdf. Scarica in formato PDF, TXT o leggi online su Scribd UNI ENV Eurocodice 8 - Indicazioni progettuali per la download eurocodice 8 pdf. Chi di voi sa dove si possono scaricare i files con il testo completo degli Eurocodici? Io ne posseggo solo in parte eurocodice 8 ma in inglese. NORMA EUROPEA Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici UNI EN.

Nome: eurocodice 8
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 27.85 MB

La parte 2 stabilisce i criteri di progettazione strutturale dei ponti in zona sismica, in aggiunta alle regole generali di progettazione di edifici e di opere di ingegneria civile in zona sismica stabilite nella UNI EN e alle regole pertinenti per le diverse tipologie di strutture stabilite negli specifici Eurocodici. La parte 4 fornisce i principi e i criteri applicativi per la progettazione strutturale antisismica delle installazioni composte da sistemi di tubazioni interrate e soprasuolo e da serbatoi di diverso tipo e utilizzo, nonché di elementi indipendenti, quali per esempio acquedotti o gruppi di silos, contenenti materiale granulare.

La norma include criteri aggiuntivi e regole richieste per la progettazione antisismica di tali strutture senza limitazioni dovute alle loro dimensioni, alla tipologia di struttura e ad altre caratteristiche funzionali. Per alcune tipologie di serbatoi e silos, la norma fornisce anche dettagliati metodi di valutazione e regole di verifica. La parte 5 stabilisce i requisiti, i criteri e le regole per la progettazione di differenti sistemi di fondazione, per la progettazione di strutture di contenimento in terra e per l'interazione suolo-struttura quando sottoposti ad azioni sismiche.

La parte 6 , infine, stabilisce i requisiti, i criteri e le regole per la progettazione della resistenza sismica delle strutture alte e snelle quali torri, pali, camini.

Inoltre tutte le informazioni che accompagnano la marcatura CE dei prodotti da costruzione che fanno riferimento agli Eurocodici devono menzionare chiaramente quali Parametri Determinati a livello nazionale sono stati presi in conto. Come detto nel punto 1. Considerate le ampie differenze dei rischi sismici e della genesi delle caratteristiche sismiche nei vari Paesi membri, le azioni sismiche vengono qui definite in termini generali.

La definizione permette l utilizzo di vari parametri determinati a livello nazionale NDP - Nationally Determined Parameters che dovrebbero essere confermati o modificati nelle appendici nazionali.

Tuttavia, si considera che mediante l utilizzo di un comune modello base per la rappresentazione delle azioni sismiche, si è fatto un passo importante nella EN in termini di armonizzazione dei codici. La EN contiene nella sua sezione relativa agli edifici di muratura disposizioni specifiche che semplificano la progettazione di "semplici edifici di muratura".

Eurocodice 8 PDF

Appendice nazionale della EN La presente norma fornisce procedure alternative, valori e raccomandazioni per classi, con più che indicano dove possono essere applicate scelte a livello nazionale. Di conseguenza la norma nazionale che implementa la EN dovrebbe avere una appendice nazionale contenente tutti i Parametri Determinati a livello nazionale da impiegare nel progetto degli edifici e delle opere di ingegneria civile da realizzarsi nella nazione interessata.

Una scelta a livello nazionale è permessa nella EN attraverso i punti: Riferimento Argomento 1. UNI Pagina 3. UNI Pagina 4. La sua finalità è quella di assicurare, al verificarsi di un evento sismico: - la salvaguardia delle vite umane; - il contenimento dei danni; e - il mantenimento della funzionalità delle strutture essenziali per la protezione civile.

La natura aleatoria degli eventi sismici e la limitatezza dei mezzi disponibili per valutarne gli effetti sono tali per cui il raggiungimento di tali scopi sia possibile solo in maniera parziale e misurabile solo in termini probabilistici.

In tal senso è complementare agli altri Eurocodici. Essa è suddivisa in 10 sezioni, alcune delle quali sono in maniera specifica rivolte alla progettazione di edifici.

UNI Pagina 5. Alcune particolari tipologie strutturali, trattate nelle parti da EN a EN , necessitano di regole complementari che sono date in quelle parti. Nota Regole specifiche per l isolamento dei ponti sono sviluppate nella EN 7 L appendice C contiene elementi aggiuntivi relativi alla progettazione dell armatura della soletta di travi composte acciaio-calcestruzzo in corrispondenza dei nodi trave-colonna di telai resistenti a flessione.

Nota L appendice informativa A e l appendice informativa B contengono elementi aggiuntivi relativi allo spettro di risposta di spostamento elastico e allo spostamento obiettivo per l analisi pushover Ulteriori parti della EN 1 P Ulteriori parti della EN includono, in aggiunta alla EN , le seguenti: - la EN contiene disposizioni specifiche per i ponti; - la EN contiene disposizioni specifiche per la valutazione e l adeguamento degli edifici preesistenti in zona sismica; - la EN contiene disposizioni specifiche per i serbatoi, i silos e le condotte; - la EN contiene disposizioni specifiche per le fondazioni, le strutture di contenimento e gli aspetti geotecnici; - la EN contiene disposizioni specifiche per le torri, i tralicci e le ciminiere.

Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati del testo e sono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive modifiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte nella presente norma europea come aggiornamento o revisione.

Per i riferimenti non datati vale l ultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento compresi gli aggiornamenti Norme di riferimento generale EN Eurocode - Basis of structural design EN Eurocode 2 - Design of concrete structures - Part General - Common rules for building and civil engineering structures EN Eurocode 3 - Design of steel structures - Part General - General rules EN Eurocode 4 - Design of composite steel and concrete structures - Part General - Common rules and rules for buildings EN Eurocode 5 - Design of timber structures - Part General - Common rules and rules for buildings UNI Pagina 6.

Essi sono qui di seguito elencati: ISO The international system of units SI and its application EN Execution of steel structures - Part 1: General rules and rules for buildings pren Timber structures - Test methods - Cyclic testing of joints made with mechanical fasteners 1. Queste sono anche chiamate zone critiche. UNI Pagina 7. Nota 2 Per queste membrature non è richiesto di essere conformi a tutte le regole della EN , ma sono progettate e dotate di dettagli locali per sopportare i carichi gravitazionali quando soggette agli spostamenti causati dalla situazione sismica di progetto.

Eurocodici (EC)

Per quanto riguarda i simboli relativi ai materiali e, allo stesso modo, per quanto riguarda quelli non legati in maniera specifica ai terremoti si devono applicare le disposizioni degli Eurocodici ad essi attinenti. Lezione 1 Obiettivi prestazionali e normativa vigente Laboratorio progettuale Tecnica delle Costruzioni Obiettivi prestazionali Obiettivi progettuali Sono definiti dall associazione associazione tra.

Titolo Apparecchi elettromedicali - Verifiche periodiche e prove.

Parte 7. Danneggiamento e riparazione di elementi strutturali. Intervento di adeguamento. È fatto. Valutazione tempo di ritorno Tr 6 Gli edifici in c. Forum della Tecnica delle.

Analisi statica lineare: esempio di calcolo Si supponga di volere determinare lo schema di carico per il calcolo all SLV delle sollecitazioni in direzione del telaio riportato nella Pfigura 1, con ordinata. Renato Giannini Relazione ed elaborati di progetto per il solaio arch. Lorena Sguerri Relazione di calcolo Predimensionamento e analisi dei carichi. ICMQ Certificazioni e controlli per le costruzioni La certificazione dei prodotti Le tipologie di certificazione rilasciate da ICMQ riguardano sia le certificazioni cogenti, cioè obbligatorie secondo la.

Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma 1 Contenuti Metodologia di progettazione Valutazione della resistenza attuale Capacità.

Molto più che documenti.

Stacec s. Software e servizi per.

Autore : ing. Calcolo della trasmittanza di una parete omogenea Le resistenze liminari Rsi e Rse si calcolano, noti i coefficienti conduttivi liminari o anche adduttanza hi e he, dal loro reciproco.

Introduzione Presentazione del corso 2.

Eurocodice

Prima esercitazione progettuale Progetto di un solaio laterocementizio 1 Cenni introduttivi ed Analisi dei carichi Enrico Perfler Eudax s.

Milano, 23 Gennaio Indice 2 Il concetto di rischio nei dispositivi medici. Capitolo 5 Quadri elettrici 5. Allegati a tale dichiarazione devono. Incontro di aggiornamento Edifici antisismici in calcestruzzo armato Aspetti strutturali e geotecnici secondo le NTC08 1 Esame visivo della struttura Orizzonte Hotel, Acireale dicembre Aurelio.

La moneta La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. Il terremoto de L'aquila: comportamento delle strutture in cemento armato Gaetano Manfredi gaetano.

Nello studio della resistenza dei materiali, i corpi: a sono tali per cui esiste sempre una proporzionalità diretta tra sollecitazione e deformazione b sono considerati. Questo articolo presenta una panoramica della norma UN EN Andreani Ing. Bonomi Ing. Fioramonti Ing. Nalli commissione Ascensori e scale mobili visto da: Ing. Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno Prove di comportamento al fuoco di strutture edilizia isolate con schiume poliuretaniche Protezione passiva dal rischio incendi Come è noto per la valutazione.

Relatore: Ing. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio Ing. Il metodo agli Stati Limite per la verifica delle strutture in c. Giovanni A.

Progettazione delle strutture per la resistenza sismica: le sei parti dell’Eurocodice 8

Azioni sismiche Per la norma le azioni sismiche devono essere valutare partendo dalla pericolosità sismica di base del sito di costruzione.

Si ricorda che la pericolosità sismica, intesa in senso probabilistico,. Lorena Sguerri Prescrizioni di normativa per le armature dei pilastri La normativa D. Interventi di recupero del patrimonio edilizio, Roma, La nuova procedura consente di. Resistenza meccanica e stabilità; 2. Sicurezza in caso di incendio; 3. Igiene, salute e ambiente;.

Interno 09 Marzo D. Si tratta di un edificio esistente con struttura portante mista, telai in. Sistemi di certificazione e accreditamento Beniamino Cenci Goga L accreditamento riduce i rischi delle imprese e dei clienti poiché garantisce che gli organismi accreditati sono in grado di portare a termine.

Simone Beccarini Email: sbeccarini hotmail. Laureando in Scienze Geologiche, curriculum rischi geologici Il. Quadri elettrici e norme di riferimento Nella realizzazione di un impianto di sicurezza, un attenzione particolare va posta al quadro elettrico, al quale fa capo l alimentazione dell impianto stesso.

In particolare.

Eurocodici e normative utilizzate

Passato: Presente: Il riferimento. Entrare Registrazione. La parte 6 , infine, stabilisce i requisiti, i criteri e le regole per la progettazione della resistenza sismica delle strutture alte e snelle quali torri, pali, camini. Fornisce anche i requisiti per elementi non strutturali quali antenne, materiali di rivestimento di camini e altre attrezzature.

La norma non si applica alle torri di raffreddamento, alle strutture marine e alle torri di sostegno dei serbatoi. Per informazioni: Settore Vendite Tel. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Trattamento dei dati personali — informativa ex art.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante: - strumenti manuali - strumenti informatici. Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio.

Infine, come previsto dall'art. Trattamento dei dati personali — Consenso ex artt. Accedi Associati.