Scarichi Condominiali Normativa

Scarichi Condominiali Normativa scarichi condominiali normativa

civ., sia delle norme sulle distanze, onde evitare la violazione dei diritti degli altri condomini sulle parti di immobile di loro esclusiva proprietà, non opera nell'. L'impianto di scarico delle acque, è considerato ai sensi dell'articolo codice civile, parte comune, tale articolo infatti oltre ad elencare una. In sostanza la proprietà dei tubi di scarico dei singoli condomini si estende fino al punto del loro raccordo con l'innesto nella colonna verticale. Analisi tecnica degli impianti di scarico condominiali. vincolate dai regolamenti e dalle normative regionali e locali in materia di inquinamento ambientale). e) aventi caratteristiche qualitative equivalenti a quelle domestiche e indicate dalla normativa regionale. 3 - SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA.

Nome: scarichi condominiali normativa
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 69.37 MB

Impianti di scarico condominiali. Analisi tecnica. Analisi tecnica degli impianti di scarico condominiali. In genere si fa differenza tra acque nere wc , grigie lavabi, lavabiancheria, bidet, ecc. Per dimensionare un impianto di scarico è necessario conoscere i quantitativi massimi di acque scaricabili nell'unità di tempo dai singoli apparecchi su tabelle e la contemporaneità d'uso degli stessi, arrivando a determinare una portata ridotta di scarico.

Impianti di scarico condominiali. Analisi tecnica.

Analisi tecnica degli impianti di scarico condominiali. In genere si fa differenza tra acque nere wc , grigie lavabi, lavabiancheria, bidet, ecc.

Per dimensionare un impianto di scarico è necessario conoscere i quantitativi massimi di acque scaricabili nell'unità di tempo dai singoli apparecchi su tabelle e la contemporaneità d'uso degli stessi, arrivando a determinare una portata ridotta di scarico. Attacco alla fognatura Dopo l'utilizzo dai vari apparecchi sanitari e dagli elettrodomestici, l'acqua entra nell'impianto di scarico passando per un sifone e, attraverso le tubazioni, viene convogliata in una braga.

Il sifone ha la funzione principale di evitare il ritorno dei cattivi odori in casa, mentre la braga, situata sotto il wc, è collegata alla colonna montante di scarico che, a sua volta, raggiunge il collettore di raccolta degli scarichi di tutte le colonne montanti che li convoglia nella rete fognaria alla quale è collegato tramite un sifone.

La colonna montante degli scarichi necessita di uno sfiato, collocato generalmente sul tetto della casa.

Impianti centralizzati dunque che sono da considerarsi comuni fino al punto della loro diramazione ai locali di proprietà esclusiva ovvero, per gli impianti unitari, fino al punto di utenza, salvo diversa previsione dettata dalla normativa di settore in tema di reti pubbliche di distribuzione dei vari servizi. Di conseguenza, la responsabilità per la sua manutenzione non potrà ricadere in capo al condominio, ma al singolo condominio, non essendo comunque rilevante ai fini della responsabilità come custode del bene l'impossibilità fisica di vigilare, in quanto la nozione di custodia non presuppone né implica uno specifico obbligo di custodire analogo a quello previsto per il depositario.

Con riguardo all'impianto di fognatura di un edificio in condominio, da tempo la S. Nel caso esaminato dalla S.

Ha precisato la S.